Bibbiaoggi
Gesù Cristo, la Bibbia, i Cristiani, la Chiesa

Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna (Giovanni 3,16).

L’uomo saggio e l’uomo stolto

La piccola parabola dei due costruttori (l’uomo saggio o avveduto e l’uomo stolto) e delle due case chiude il “discorso della montagna” (Matteo 7,24-27) o “discorso della pianura” (Luca (6,47-49). Gesù inizia con le beatitudini e conclude con la similitudine dei due costruttori de...
continua a leggere

Aspettando il Signore

Il nostro mondo occidentale si divide in chi crede e chi non crede, o almeno chi dice di non credere in Dio. E questo fa sì che il mondo si divida ancora in due categorie: c’è chi aspetta la morte (come dice un Salmo, non è possibile che l’uomo non muoia) e c’è chi aspetta la v...
continua a leggere

L’annuncio ai pastori di Betlemme

Dei meravigliosi avvenimenti che riguardano la nascita di Gesù di Nazaret, noi abbiamo notizia solo attraverso due dei quattro evangelisti, Matteo e Luca, mentre gli altri due non ne parlano. Nel primo e nel terzo vangelo le narrazioni dell’infanzia sono come una introduzione, un prologo senza il quale non si può compr...
continua a leggere

Geremia, il Signore innalza

Il nome Geremia in ebraico dovrebbe significare: “Il Signore innalza”. È un nome teoforo, formato o composto dal nome di Dio. Il significato del nome ci dà una chiave di lettura del libro di Geremia. È il Signore che si leva nella vita e nella predicazione di Geremia. Con i suo...
continua a leggere

Le divinità pagane e il Dio di Israele

Nel mondo antico pagano la gente credeva che esistessero tante divinità. I musei di tutto il mondo sono pieni di ritrovamenti archeologici di rappresentazioni degli dèì pagani. Nella terra di Canaan, prima che fosse conquistata e abitata dal popolo di Israele, c’erano tanti dèi quanto l’...
continua a leggere