Bibbiaoggi
Gesù Cristo, la Bibbia, i Cristiani, la Chiesa

Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna (Giovanni 3,16).

I libri del Nuovo Testamento furono scritti prima o dopo la distruzione di Gerusalemme?

Poiché questa non è una domanda di catechismo, la risposta non può limitarsi a dire: “Alcuni prima, altri dopo”. La domanda vuole conoscere i criteri per la datazione dei libri del Nuovo Testamento e i motivi che portano a stabilire una determinata data anziché un’altra. Per es...

continua a leggere

L’Antico Testamento, una introduzione

I nomi usati nella Bibbia per indicare l’Antico e il Nuovo Testamento. Gli scrittori del Nuovo Testamento chiamano l’Antico Testamento o parte d’esso con nomi diversi: la Scrittura (2 Timoteo 3,16; Galati 3,22); le Scritture (Matteo 21,42; Luca 24,27); le sacre Scritture (Romani 1,2); Le sacre Lettere o Scritti sacri (2 ...

continua a leggere

La risurrezione e il Risorto

I vangeli parlano poco della risurrezione, dell’evento in sé, dicono solo che Gesù è risorto il primo giorno della settimana (di domenica), mentre si dilungano nel raccontare le apparizioni del Cristo risorto ai discepoli. Proviamo a parlare del Risorto attraverso il racconto dei vangeli: in fondo &egrav...

continua a leggere

La nostra fede è nel Cristo risorto, non nella tomba vuota

Alcune chiese continuano a presentare il proprio credo pubblicamente, sui siti o su Facebook,  nel modo seguente: “La nostra fede è nella tomba vuota”; oppure: “Noi crediamo in una tomba vuota”; e ancora: “La nostra fede poggia tutta sulla tomba vuota”. L’intenz...

continua a leggere

Il concetto di famiglia

Che i diritti civili di persone anche dello stesso sesso siano tutelati e regolati dalla legge italiana, non mi crea nessun imbarazzo o difficoltà come cristiano. È sempre meglio una legge imperfetta che una assenza di legge dove “ognuno fa ciò che gli pare meglio”, come accadeva in Israele quando ...

continua a leggere