Bibbiaoggi
Gesù Cristo, la Bibbia, i Cristiani, la Chiesa

Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna (Giovanni 3,16).

Non è facile rispondere. Il dolore è stato sempre uno dei principali problemi dell’uomo. Tuttavia il dolore è utile perché segnala il rischio di perdita dell’integrità psicofisica che Dio aveva dato all’uomo, funzionando come campanello d’allarme di molte malattie individuabili proprio grazie, appunto, alle sue localizzazioni e alle sue qualità. Perciò, anche se il dolore fa paura, esso è un elemento utile per la nostra sopravvivenza. Che cosa è il dolore? Il dolore è un senso, come il gusto, l’olfatto, l’udito, la vista. Il dolore indica che nell’organismo sta accadendo qualcosa di nocivo.


Quando Dio creò l’uomo, lo creò perfetto nel funzionamento e diede a ogni organo del suo corpo una funzione giusta. Perciò se l’uomo avesse rispettato l’armonia di Dio nella creazione ne avrebbe avuto solo beneficio. Vivere senza disfunzioni, senza dolore, senza malattie, senza morte.


Dio creò l’uomo a sua immagine e somiglianza. Dio però non voleva creare una macchina. L’uomo fu creato libero e capace di scegliere, divenendo così il protagonista della sua vita. Con il peccato, l’intera vita dell’uomo fu sconvolta. Malattie, sofferenza, dolore. Paure, ferite, pregiudizi, concetti distorti, falsi equilibri. Sentimenti sbagliati. Società logorate. Il peccato è la causa di tanto male.


Grazie a Dio non tutto è perduto. Dio non ci ha abbandonati al nostro triste destino. Dio ha tanto amato il mondo da mandare suo Figlio. Gesù ci ha amati, tanto da dare la sua vita per noi. È morto in croce per liberare l’uomo dal peccato e dal male. Ci ha liberati dalla morte eterna, risuscitandoci a nuova vita. Il dolore ci deve sempre richiamare alla mente il progetto di Dio: la creazione perfetta, la caduta dell’uomo a causa del peccato e la nuova vita in Cristo. Di fronte al dolore non dobbiamo disperarci, perché il Signore asciugherà ogni lacrima dai nostri occhi.

Carmela Ligorio

Gallery|Bibbiaoggi
Foto & Post della Gallery: 1262

In tutto c’è Dio: egli è in ognuno, dentro e fuori ed in ogni parte, cosicché in qualsiasi creatura nulla può essere più intimo e riposto che Dio stesso. Senza di lui è il nulla. Dio riempie il mondo ma non è contenuto dal mondo. Trova il tempo per credere; trova il tempo per amare; trova il tempo per essere felice. Trova il tempo di leggere la Bibbia. Trova il tempo di essere un discepolo di Gesù Cristo. Il tempo è un dono di Dio; la vita è troppo breve per essere sprecata. Gesù ti dona la vita esuberante (Giovanni 10,10).