Bibbiaoggi
Gesù Cristo, la Bibbia, i Cristiani, la Chiesa

Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna (Giovanni 3,16).

Se chiedi alle persone: “Qual è la parte più importante di un albero?” Probabilmente avremmo risposte varie, differenti. Qualcuno dirà che sono le foglie, qualcun altro il frutto, oppure il tronco. Infine c’è chi dice che non è possibile dividere l’albero in parti, perché l’albero è un tutt’uno. È vero, ma il nostro modo di pensare è spesso frammentato e confuso e vede le cose divise. Ti chiedo di leggere questa breve riflessione per scoprire cosa voglio dire, perciò ti ripropongo la domanda: Tu che pensi, qual è per te la parte più importante di un albero?


In Geremia 17:7,8 sta scritto: “Benedetto l’uomo che confida nel Signore, e la cui fiducia è il Signore! Egli è come un albero piantato vicino all’acqua, che distende le sue radici lungo il fiume; non si accorge quando viene la calura e il suo fogliame rimane verde; nell’anno della siccità non è in affanno e non cessa di portar frutto”. Questi versetti del profeta Geremia ci dicono chiaramente che le radici dell’albero sono molto importanti. È attraverso le radici che l’albero riceve vitalità. Sono le radici che danno stabilità e solidità all’albero. Se tagli i rami, l’albero germoglia nuovamente. Se tagli le radici, l’albero secca. In autunno seccano e cadono le foglie, ma non le radici, perché altrimenti l’albero stesso seccherebbe.


L’albero nella Bibbia raffigura spesso l’uomo di Dio, come ci insegna il Salmo 1:3. Un uomo che ha fede in Dio è paragonato a un albero piantato vicino ai ruscelli, che dà frutto nella sua stagione, e il cui fogliame non appassisce mai. Mi piace vedere nell’immagine del salmista questo insegnamenti: l’acqua è la parola di Dio, che attraverso le nostre radici, cioè l’ascolto attento e ubbidiente, fa crescere la nostra fede, il nostro cammino di fede. Se le nostre radici sono radicate in Gesù Cristo, per mezzo dello Spirito Santo, la nostra vita spirituale riceve tanta vitalità, fino a produrre molto frutto, alla gloria di Dio. Come quel meraviglioso albero piantato vicino ai ruscelli cresce armoniosamente fino a produrre frutto, così anche noi cresceremo e daremo buon frutto.


Qual è la parte più importante di un albero? Il frutto, le foglie, il tronco? Il frutto si vede, così pure le foglie e il tronco. Ma le radici nessuno le vede. Forse per questo crediamo che le radici non siano poi così importanti. Eppure non c’è albero senza radici.


Caro Lettore, spero che con questa breve riflessione ti abbia aiutato a pensare quanto siano importanti le radici della nostra fede e quanto sia importante piantare le nostre radici sul Signore, Dio nostro, e sulla sua Parola.

Ljerka Mikan

Gallery|Bibbiaoggi
Foto & Post della Gallery: 1050

In tutto c’è Dio: egli è in ognuno, dentro e fuori ed in ogni parte, cosicché in qualsiasi creatura nulla può essere più intimo e riposto che Dio stesso. Senza di lui è il nulla. Dio riempie il mondo ma non è contenuto dal mondo. Trova il tempo per credere; trova il tempo per amare; trova il tempo per essere felice. Trova il tempo di leggere la Bibbia. Trova il tempo di essere un discepolo di Gesù Cristo. Il tempo è un dono di Dio; la vita è troppo breve per essere sprecata. Gesù ti dona la vita esuberante (Giovanni 10,10).